Home > BLettere > [BlogLettera] Al ballottaggio

[BlogLettera] Al ballottaggio

12 aprile 2012

C’è un fenomeno che più di tutti colpisce in questa crisi: i continui suicidi di lavoratori e imprenditori, lasciati soli da una Stato nemico e da una politica ostile e indifferente, che continua a banchettare coi soldi degli italiani. Sono lo Stato e la politica di questo ventennio: deboli coi forti e forti coi deboli.

Le sensazioni e il contatto con la gente, confermate dai sondaggi, ci dicono che andremo al ballottaggio e là, giocheremo la nostra vera partita contro la Seconda Repubblica.
Molti ci chiedono, tuttavia, quale sarebbe il nostro atteggiamento in caso di non partecipazione al ballottaggio. Rispondiamo con chiarezza e fin da subito.

Alessandria ha bisogno di due cose: la prima, un buon governo; la seconda, una buona opposizione: quello che non ha avuto in questi anni. Se gli alessandrini lo vorranno, saremo buoni amministratori. Ma se loro e la fortuna diranno che non è ancora la nostra ora, saremo buoni oppositori: come abbiamo già dimostrato – da soli – contro Fabbio e contro i nostri stessi ex partiti. Nessun accordo coi repubblichini della seconda repubblica e, in particolare, nessun accordo con Fabbio e Rossa. Sono i responsabili dello sfascio italiano e del disastro di Alessandria: gli uni come maggioranza, gli altri come opposizione complice e inetta. Lavoriamo per la Terza Repubblica, più giusta e più forte. Basta con parassiti, sciocchi e saccheggiatori dello Stato. L’Italia e Alessandria devono tornare a primeggiare. Possono farlo solo con una nuova classe dirigente di qualità, responsabile e vicina ai cittadini. Forte coi forti e tenera coi deboli.

Corrado Parise

Annunci
Categorie:BLettere
  1. 12 aprile 2012 alle 14:25

    bene, una parola chiara finalmente.
    E gli altri candidati che fanno?
    hanno già deciso cosa faranno DOPO il primo turno, e DOPO l’elezione del sindaco?
    Per me questa chiarezza è indispensabile: odio gli opportunisti e le incoerenze, e detesto i grassani e gli scilipoti di ogni sponda.
    A Parise contesto solo un grave ritardo nel prendere le distanze da un PD che fin dalla fondazione ha tradito elettorato di sinistra perseguendo la politica dell’inciucio e degli affari.

  2. 12 aprile 2012 alle 14:30

    D’accordissimo con Mandrogno e mi piace molto questa dichiarazione di Parise, sarebbe veramente rivoluzionario se tutti assumessero lo stesso atteggiameno. Ovviamente, per tutti, intendo tutti quei candidati che vogliono distinguersi dagli sherpa, dai poltronari e dai lecchini che hanno creato liste palesemente taroccate per prendere in giro i cittadini.Peccato che abbia un solo voto a disposizione…:-D

    • 12 aprile 2012 alle 14:44

      Riporto le parole di rilasciate in una recente intervista da Mauro Morando candidato sindaco per la Lista Civica “Per la nostra Città” che alla domanda dell’intervistatore “perchè si candida?” a risposto: “Deluso dalla deriva morale degli apparati partitici, non sentendomi rappresentato da una classe politica di trasformisti che hanno avuto prebende e notorietà, dalla militanza in partiti e poi quando lo stesso decide di non candidarli più, si propongono, allestendo improvvisate liste civiche, senza il minimo imbarazzo come nuovo che avanza, decido di continuare nella lotta per rendere la mia città più funzionale, solidale, con una classe dirigente seria, capace e con prospettive per le future generazioni. Noi rappresentiamo l’unica vera forza civica, che per quindici anni ha resistito a lusinghe e promesse, mantenendo la nostra coraggiosa indipendenza, senza farci assorbire, abbiamo in molti casi costretto la politica locale a confrontarsi su argomenti seri, mettendoli spesso in imbarazzo.” (05/04/2012 Alessandrianews)

  3. 12 aprile 2012 alle 15:09

    Da quello che leggo le liste non tarocche sono già tre (per la terza garantisco io :-))) chi altri?

    • andrea
      12 aprile 2012 alle 15:40

      mi sa che siamo solo in tre… il MoVimento 5 Stelle non farà alcun accordo per il ballottaggio e siamo prontissimi a diventare ottimi oppositori.

      riporto anche io parte dell’articolo uscito su “inalessandria” il 16/03/2012 a tre giorni dalla presentazione della nostra lista:
      “Le nostre candidature sono una scommessa giocata ad armi impari, senza il supporto economico dei rimborsi elettorali e senza nessuna pretesa di assicurarsi una poltrona ben remunerata e a vita natural durante”.

      Terminati i due mandati elettorali, si torna a occuparsi del proprio lavoro, sottolineano i diversi candidati in lista: l’investitura politica dovrebbe essere vissuta come un incarico morale, svincolato dal profitto, responsabile e a termine.

      Questa la prima grande differenza del MoVimento 5 Stelle rispetto ai vecchi partiti: non un candidato sindaco, pronto a sedersi su una poltrona da scaldare e dalla quale dispensare posti di lavoro e favori, ma portavoce dei cittadini.

      Continua Malerba: “Il MoVimento 5 Stelle sta costruendo il suo programma collettivamente. Programma fin da ora scaricabile dal sito http://www.alessandria5stelle.it. La discussione è aperta: politiche sociali, mobilità sostenibile, trasparenza amministrativa, consumo del territorio, edilizia selvaggia e ciclo virtuoso dei rifiuti, fino all’obiettivo rifiuti zero. Tuttavia, al di là del programma che spesso viene formulato da tutti i candidati su temi condivisibili che finiscono per diventare lettera morta su carta, ciò che conta è che nessuna decisione venga calata dall’alto, senza la partecipazione attiva dei cittadini”.

  4. CorriereAl
    12 aprile 2012 alle 17:14

    Già in 3 su 16 vi siete pronunciati, ed è qualcosa. Naturalmente è auspicabile che anche le altre liste, prima del voto, dichiarino le proprie intenzioni in vista del secondo turno: probabilmente non sarà così, ma noi l’appello lo lanciamo.

    E. G.

    • 12 aprile 2012 alle 23:32

      Eheheheh, figurati se dichiarano. I più (quelli non già apertamente schierati) hanno già l’accordo elettorale (inciucio) in tasca.
      Proprio qui sulla piazza di Alessandria dove ci son personaggi che del trasformismo ne han fatto una questione di “sopravvivenza”.
      Sarei quasi tentato di sfidar le querele, tanto penso sia improbabile che rinuncino alla “poltroncina” solo per prevalere in sede giudiziale. 🙂

  5. 12 aprile 2012 alle 23:57

    La Lista Civica “Per la nostra Città” si presenta alle elezioni comunali dal lontano 1997 senza aver mai fatto accordi di alcun genere con le varie forze politiche in campo. In particolare cinque anni fa noi della Lista Civica “Per la nostra Città” eravamo gli unici a tentare di fermare il declino di Alessandria, cominciato con Mara Scagni e finito con Piercarlo Fabbio, mentre gran parte degli attuali candidati o erano a leccarsi le ferite per la sonora bocciatura, oppure erano ad applaudire nel cortile di Palazzo Rosso.
    Ora a pochi giorni dal voto tutti questi hanno ritrovato la via dell’impegno civico che ha più il sapore di ripicca verso quei partiti che prima gli hanno permesso facili carriere politiche.
    Questo articolo dell’aprile 2007 (http://www.perlanostracitta.it/rassegna/articoli/sfida%20a%203.html) può servire a far ricordare agli Alessandrini di non farsi prendere in giro anche questa volta dai falsi moralizzatori dell’ultima ora, che però hanno già governato dall’una o dall’altra parte.

  6. Giancarlo
    13 aprile 2012 alle 00:56

    noi della Lista Civica

    • Giancarlo
      13 aprile 2012 alle 01:15

      Io francamente non mi ricordo di averla conosciuta cinque anni fa Spinelli, eppure mi sembra di aver frequentato l’ambiente per circa 10 mesi, anzi pensi che forse ero anche uno dei candidati, …credo…
      Scherzi della memoria, probabilmente!

      • 13 aprile 2012 alle 01:53

        Sempre piuttosto “acido” in proposito Signor Giancarlo.
        Che mai Le sarà successo in quei 10 mesi? 🙂
        So benissimo che era candidato nel 2007, di Lei mi ha parlato il nostro candidato Sindaco che, come me, spesso legge i suoi interventi qui nel blog.
        Il “noi” è riferito al senso di appartenenza e non alla mia collocazione temporale nell’ambito del Movimento. Siccome ne condivido senza riserva alcuna la linea politica, anche se nel 2007 non ne facevo ancora parte, credo mi si possa concedere l’uso della prima persona plurale.

  7. Giancarlo
    13 aprile 2012 alle 03:30

    Concesso Sig. Spinelli, ci mancherebbe altro.
    E poi, perchè acido?
    Guardi che io di quella esperienza non rinnego proprio nulla, anzi mi sono divertito moltissimo e ho avuto modo di conoscere altre persone.
    Inoltre, mi è stata molto utile per comprendere molto bene i perversi meccanismi elettorali, il modo di ragionare dell’elettore medio, degli amici, dei parenti, dei colleghi di lavoro, nonchè tanti altri piccoli dettagli che in politica non dovrebbero mai essere trascurati, in ogni caso una avventura che malgrado la fatica e l’impegno di mesi mi è servita veramente.
    Quello che è successo dopo, tra me ed il vostro candidato, riguarda solo alcune divergenze sulle strategie per raggiungere la meta senza vanificare tutto il lavoro svolto, cosa vuole ognuno la vede a suo modo, il tempo dirà se aveva ragione Lui oppure io.
    Dunque comprendo benissimo la sua passione ed il suo entusiasmo, del resto anch’io ieri come Lei oggi, cercavo di divulgare costantemente via web le proposte della lista, spesso scontrandomi pesantemente con altri lettori che la pensavano diversamente.
    Mi creda, la mia era solo una piccola puntualizzazione e non voleva assolutamente aprire un fronte di polemiche.
    Questa volta però, la partita per il Vostro candidato e naturalmente per Voi gregari è ancora più dura rispetto a quella della scorsa tornata, dunque formulo a Lei nonchè a tutti gli altri appartenenti alla lista tanta fortuna, nella speranza che la gente impari una volta per tutte a distinguere i vari candidati addentrandosi di più nei programmi, senza lasciarsi ingannare dalle apparenze.
    Sulla qualità delle proposte che avete formulato non discuto perchè le ho condivise allora e mi sento di condividerle anche oggi, pur non facendo più parte del gruppo.
    Spero abbia compreso……………..

    p.s. Mi saluti Morando.

  8. 13 aprile 2012 alle 08:53

    Ho partecipato ieri sera all’iniziativa di presentazione del programma di Rita Rossa. Posso testimoniare (con le altre centinaia di persone che erano lì) che i candidati sindaco che hanno dichiarato nessun apparentamento per il secondo turno sono quattro.

  9. CorriereAl
    13 aprile 2012 alle 09:05

    Evvai….grazie Mauro, noi procediamo con il pallottoliere: 4 su 16.

    E. G.

  10. 13 aprile 2012 alle 09:09

    Parise, Morando, Malerba …mi sfugge il quarto.

  11. CorriereAl
    13 aprile 2012 alle 09:22

    Dai Franco, non fare l’ingenuo. Rita Rossa che dichiara che all’eventuale ballottaggio non sancirà accordi con altri candidati per averli come stampella, ma (immagino io) nel caso si rivolgerà direttamente agli elettori è una notizia significativa. Grazie a Mauro Buzzi.

    E. G.

  12. 13 aprile 2012 alle 09:43

    si è portata avanti col lavoro, gli accordi li ha già IMPOSTI tutti prima?

  13. 13 aprile 2012 alle 10:01

    Tanto quanto possono aver fatto gli altri tre, no?

    • 13 aprile 2012 alle 10:08

      buzzi, lascia stare.. sai a cosa ci si riferisce. Oppure fai politica a tua insaputa? è tanto di moda.

      • 13 aprile 2012 alle 12:41

        davvero non capisco il senso. comunque bella la battuta sulla politica a mia insaputa

    • curiosità
      13 aprile 2012 alle 20:07

      Buon giorno sig Mauro Buzzi, intervengo perchè il suo tentativo di gettare sospetto secondo la classica cultura della politica partitocratica “tutti colpevoli nessun colpevole” insulta l’intelligenza delle persone oneste. Chieda alla sua signora Rita se Morando la conosce e se hanno accordi e se mai si sono incontrati e poi ci dica qualcosa! e se non ha accordi con la sua signora Rita e con il baffetto Fabbio, nè per carità con il piccolo e debole (politicamente avendo a sostegno solo liste di fantasia e il suo UDC) Barosini con chi avrebbe accordi già in tasca. BRUTTA FIGURA SIG BUZZI LA PENSAVO PIU’ ETICO E MORALE senza scivolare nella cultura del sospetto.

      • 14 aprile 2012 alle 18:37

        Curiosità, non mi faccia dire cose che non ho detto e che non penso. La logica del “tutti colpevoli, nessun colpevole non mi appartiene”. Rilevo solo una sistematica azione di dietrologia e sospetto solo ai danni di alcuni candidati, basata a mio avviso su pregiudizio.

  14. 13 aprile 2012 alle 10:22

    No nessuna ingenuità, non avevo proprio capito che si riferissa alla Rossa, anzi il pensiero non mi sfiora nemmeno, sa di grottesco e non mi sembra degno di quei livelli.

  15. Ul'janov
    13 aprile 2012 alle 10:30

    tre cose non possono essere nascoste a lungo: il sole,la luna e la verità.

  16. 13 aprile 2012 alle 11:11

    A me piacerebbe sapere, per ogni candidato sindaco:
    – chi sarà il vicesindaco (merce di scambio per il ballottaggio);
    – qual è la lista degli assessori (chi, in quale ruolo e per quali capacità/esperienze… altra merce di scambio, no?)

    Chiedo troppo? Eppure, per scegliere, non mi sembra banale conoscere la composizione della “squadra” che si installerà a Palazzo Rosso a fine maggio.

    A. A.

  17. CorriereAl
    13 aprile 2012 alle 12:00

    Nessuno te lo dirà Andrea. Anche secondo me, chiunque vinca, dovrà mostrare nella scelta della squadra (assessori, dirigenti e presidenti di partecipate) una logica diversa da quella di sempre, o partirà tra le pernacchie. Nostre, almeno. Ma prima non te lo dice nessuno chi mette in campo, perché davvero in parte non lo sanno ancora (i favoriti intendo), e in parte se lo dicessero si giocherebbero l’appoggio dei tanti che oggi in un posticino sotto sotto ci sperano. Ovviamente poi tanti tra i 16 candidati il problema neppure se lo pongono.

    E. G.

    • 13 aprile 2012 alle 12:43

      E poi Ettore sarebbe costretto a smetterla con le sue tirature di balle 😉

  18. 13 aprile 2012 alle 12:57

    maurobuzzi :

    E poi Ettore sarebbe costretto a smetterla con le sue tirature di balle ;-)

    Be’, dai, almeno un assessore della Rossa lo conosciamo… 😉

    A. A.

  19. CorriereAl
    13 aprile 2012 alle 13:49

    Ah ah….ma chi? Io? ma no dai Mauro, non è vero…ah ah…In bocca al lupo comunque, buona campagna…

    E. G.

  20. simone lumina
    13 aprile 2012 alle 13:59

    ,Pendiamo atto delle dichiarazioni di Rita Rossa:nessun acordo al ballottaggio. Dott.Grassano, potrebbe rintracciare gentilmente gli articoli da lei pubblicati riguardo le dichiarazioni fatte da Rita Rossa in autunno a proposito di un’eventuale accordo elettorale con L’IDV? Un po’ come si fa con gli oroscopi,li leggi il giorno dopo cosi’ vedi se ci hanno azzeccato. Grazie.

  21. CorriereAl
    13 aprile 2012 alle 14:18

    ahah….è così Simone: ad aver pazienza di rileggere, a posteriori, interviste, programmi quinquennali e promesse varie c’è da ridere: ma la politica è divenire, si sa..

    E. G.

  22. simone lumin
    13 aprile 2012 alle 14:32

    Credimi,NON SONO CAPACE A POSTARLI!!!! Lo so,me ne devo vergognare ma e’ cosi.Nel caso volessi farlo tu,credo siano a cavallo tra il 20 ottobre e il 10 neovembre 2011.E trovi anche le dichiarzioni di svariati esponenti IDV!!!! Altro che oroscopo,questo e’ l’almanacco del giorno dopo!

  23. 13 aprile 2012 alle 14:53

    Per venire incontro all'”incapace” Simone (non ti offendi vero?):
    qui si può trovare la cronistoria di una decisione di far parte di una coalizione, non di un apparentamento per il secondo turno.
    http://www.alessandrianews.it/tags.php?tag=idv
    Come direbbe quello là: per la precisione.

  24. simone lumina
    13 aprile 2012 alle 15:25

    Figurati se mi offendo! I permalosauri stanno altrove,anzi mi scopro anche incapace a leggere,infatti non capisco come si siano modificate le condizioni nel rapporto IDV-Rossa Demarte …cosi’ da far risbocciare l’amore! Aiutami tu Mauro.

    • 13 aprile 2012 alle 18:14

      Io la leggerei che l’IDV è andato a Canossa e Demarte si è dovuto adeguare, ma so’ bene che tu la pensi diversamente.
      Buona campagna

  25. 13 aprile 2012 alle 17:39

    lo scorso autunno demarte era troppo esposto con caridi e compari.
    Invece ora che di caridi non si parla più (avete notato? anche la rossa si guarda bene dal cavalcare questa facile tigre elettorale, le alleanze trasversali devono essere rispettate) de marte è tornato buono,
    parigi vale una messa e alessandria un po’ di ‘nduija bella piccante.
    Certo, il faccione di dipietro ci costerà anche qualcosa sul versante fotovoltaico… ma tanto pagheremo noi.

  26. CorriereAl
    13 aprile 2012 alle 18:29

    Cioè anonimo tu sospetti che, se in questa campagna elettorale nessuno parla di ‘ndrangheta, non è solo per buona educazione? Ma sei più malizioso di me, accidenti. Però in effetti anche Bellotti si è completamente defilato, peccato. vedremo se ne parleranno almeno i 5 Stelle. Ma naturalmente attendiamo che la magistratura faccia il suo (lento) meticoloso lavoro: fino ad allora tutti innocenti.

    E. G.

    • anonimo (luigi rossi?)
      13 aprile 2012 alle 19:47

      vedi Ettore, ormai è assodato che per costituire una ‘ndrina ci vogliono almeno 49 compari.
      Ora, se non ricordo male, gli arrestati sono stati solo 18, il che significa che minimo altri 31 sono in mezzo a noi… e votano, insieme con amici e parenti.
      Un bel mucchio di voti, vero? vorrai mica offenderli?

  27. zorba
    13 aprile 2012 alle 19:59

    Però, io non ho ancora capito. In un ballottaggio Rossa vs Fabbio, il buon Parise chi dirà di votare? Nessuno dei 2? E che senso ha se ciò favorisse la vittoria di Fabbio e C. ?
    Inoltre corre voce che sotto sotto gli accordi il buon Parise li abbia già fatti e che per odio alla Rossa siano proprio con in buon Fabbio.
    Dio mio!!!! Fà che ciò sia una bufala, perchè se ci fosse anche solo una parte di verità………
    qualcuno dovrebbe vergognarsene per il resto della sua vita.

  28. CorriereAl
    13 aprile 2012 alle 20:26

    Di voci ne corrono tante caro zorba, in tutte le direzioni. Vedi la riflessione dell’altro giorno sulle polpette avvelenate. Queste chiacchiere tra noi sui posizionamenti al ballottaggio partono però proprio dall’esternazione sul tema di Parise (il buon se tu lo scrivessi di me mi farebbe incazzare): l’hai letta, vero? Naturalmente se mancherà di coerenza, dovrà risponderne. Come tutti gli altri.

    E. G.

  29. cittadino
    13 aprile 2012 alle 20:51

    Brutta faccenda.
    I famigli della candidata si preoccupano di mettere i piedi avanti e cercare un capro espiatorio a cui addossare le colpe di una eventuale batosta elettorale.
    forse i sondaggi “veri” sono diversi da quelli di parte ostentati sui giornali?
    Cosa accadrà se la zarina rita perderà? Ci sorbiremo la stessa litania della bresso (trombata dalla sua inettitudine, ma a suo dire per “colpa” dei Valsusini che dovevano votarla per ringraziarla delle manganellate pro-tav) ?

  30. zorba
    13 aprile 2012 alle 23:14

    Mi stupisce signor Grassano che, nonostante la sua evidente intelligenza, abbia sposato incondizionatamente l’antipolitica di Parise (il buon parise) che fino a pochi mesi orsono era nelle file del PD e ora apostrofa come repubblichini i suoi ex compagni.
    I quali, tra l’altro, sono in una alleanza che contempla partiti come il SEL e Rifondazione che credo si incazzeranno molto ad essere definiti repubblichini o alleati di tali.
    Basta con queste sparate da psico-politica. I problemi personali vengano risolti in sede giudiziaria (o negli studi medici) e non a spese dell’elettorato.

  31. zorba
    13 aprile 2012 alle 23:22

    Ah! Se il signor “cittadino” si riferisse a me comprendendomi nella classificazione dei “famigli” della candidata ho solo una risposta (edulcorata): “Ma va a ranare !!!”

  32. CorriereAl
    14 aprile 2012 alle 01:12

    Dai Zorba, non ho sposato la politica, o l’antipolitica, di nessuno: lei legge nel comunicato di Parise “nessun accordo con Rossa o Fabbio” e si chiede “In un ballottaggio Rossa vs Fabbio, il buon Parise chi dirà di votare?”, e a me tocca precisare, come farei per chiunque altro, non solo per Corrado. Comunque stasera sono stato a sentire Vendola…e Rita Rossa. O viceversa. Domani vi racconto qualche impressione.

    E. G.

  33. zorba
    14 aprile 2012 alle 09:26

    Signor Grassano io apprezzo la sua compostezza e moderazione, ma non può negare che la mia domanda precisa su chi appoggerà Parise in caso di ballottaggio è rimasta per ora senza risposte. Non le ha date l’ex-repubblichino (se si vuole paradigmaticamente seguire le affermazioni dello stesso), tanto meno le ho avute da lei, anche se capisco che questo non è il suo ruolo. Non considero e non sono risposte ovviamente le lisergiche esternazioni complottarde di “cittadino”. Per cui mi appello direttamente al candidato sindaco o al buon cuore di qualche ben informato volonteroso e chiedo ancora umilmente: “Parise chi dirà di votare in un ballottaggio Rossa vs Fabbio?”

    • 14 aprile 2012 alle 09:51

      sono davvero momenti brutti per la Grecia.
      e si capisce il perchè. 🙂

  34. 14 aprile 2012 alle 09:49

    dicci Ettore, dicci: ieri hanno spiegato a nichi del san raffaele come si fa a nominare i primari ottenendone l’appoggio elettorale senza farsi beccare?

  35. zorba
    14 aprile 2012 alle 10:02

    E’ vero signor “cittadino” sono momenti brutti per la Grecia ma io non ci scherzerei troppo.
    Si auguri che la sua anti-politica da Brancaleone alle crociate non ci faccia precipitare anche quì nella stessa situazione.

    • 14 aprile 2012 alle 11:41

      ah ah, ogni volta che qualcuno discute questi dipendenti pubblici ricchi politicanti di mestiere viene accusato di “anti-politica”. Eh si, siamo decisamente in tanti ad essere contro QUESTO TIPO di politica.

      • zorba
        14 aprile 2012 alle 14:26

        Se non si rende conto che è lei a ripetere sempre lo stesso inconcludente mantra, caro cittadino, non posso farci niente.
        E anche il pensare che siete in tanti solo perché vi divertite a smanettare sempre tra le stesse persone su un blog di parte, non credo sia significativo.
        Non prenda in giro però, per favore, la Grecia e i greci e rifletta piuttosto alla conseguenze che avranno le sue azioni elettorali sul futuro di questa città.
        διαβίωσης Ελλάδα
        Stop

  36. CorriereAl
    14 aprile 2012 alle 10:31

    A sentire Vendola, caro anonimo, trattasi di montatura senza consistenza. Vado comunque a parte a raccontarvi qualche mia impressione sulla serata. Quanto a Parise, io ho inteso che al ballottaggio non voterà, o chiederà di votare, ne per Rossa ne per Fabbio. E che la stessa cosa faranno 5 Stelle e Morando, Rita Rossa stessa peraltro ieri sera ha detto con chiarezza: “no ad appartentamenti, no a trattative sottobanco da vecchia politica”. Dal che, anche qui, deduco che voglia vincere senza non solo i voti di Parise o Scagni, ma anche senza quelli di Barosini, Vignuolo, ecc….Fabbio invece tace: qualcuno dice che è semplicemente cotto, altri che sta lavorando sotto traccia per tentare il colpaccio…bah…
    Io peraltro sono convinto che non sono più i tempi in cui un candidato che non va al ballottaggio possa garantire alcunché al secondo turno, se non il proprio voto personale. Comunque vedremo. Rossa ha anche detto che intende provare a vincere al primo turno, comunque.

    E. G.

  37. cittadino
    14 aprile 2012 alle 16:19

    decisamente l’ouzo da alla testa, al punto che chi ne abusa decide lui quando gli altri possono parlare o devono tacere. E se il blog è di parte, perchè mai venirci a fare il troll della potente candidata?

    • cittadino
      14 aprile 2012 alle 16:21

      ah, sia chiaro che io ai Greci veri voglio un bene dell’anima. E se oggi i Greci come gli italiani si trovano in fondo a un baratro la colpa è dei politicanti corrotti là come qui.
      politicanti ladroni: una faccia, una razza.

  38. CorriereAl
    14 aprile 2012 alle 16:49

    Questo blog è uno spazio di riflessione senza padroni. Libero, ma anche di proprietà, nel senso che è casa mia e di Andrea, l’ho ribadito più volte. Che esprimiamo, spero sempre con una certa educazione, i nostri punti di vista. Spesso diversissimi: ma costantemente allineati quando c’è da rintuzzare l’ottusità e l’arroganza, e magari da sfottere, sempre lievemente, chi si prende troppo sul serio. Tanti amici ci apprezzano, ci leggono, partecipano, e ne siamo lieti. Chi non ci sopporta può semplicemente ignorarci, e girare al largo, che il web è un mare grande, e c’è spazio per tutti.

    E. G.

    ps: gentile Zorba, a me la sua identità personale non interessa, naturalmente. Ma ho un dubbio amletico, che mi fa un po’ sorridere: perché lei è comparso subito dopo l’espulsione di una persona, quella sì, assolutamente indesiderata. Io non credo nella reincarnazione, però…Comunque sia, ci lasci perdere e porti pazienza. Siamo quattro Brancaleone che se la raccontano tra loro, in fondo. Che male le si fa? Suvvia… Buona domenica a tutti.

    • cittadino
      14 aprile 2012 alle 19:41

      beccato!
      A posteriori, come diceva Totò, questa faccia non mi è nuova 😉

  39. Ul'janov
    15 aprile 2012 alle 13:31

    Quando tu ami senza provocare amore, cioè quando il tuo amore come amore non produce amore reciproco, e attraverso la tua manifestazione di vita, di uomo che ama, non fai di te stesso un uomo amato, il tuo amore è impotente, è una sventura.
    Karl Marx, Manoscritti economico-filosofici del 1844

  40. simone lumina
    16 aprile 2012 alle 13:25

    Constato che il buon Zorba fa un po’ di fatica a leggere ed interpretare il significato delle parole scritte nel cominuicato di Parise,quindi sintetizziamo.In caso di ballottaggio Fabbio-Rossa,le nuvole non appoggeranno ne uno ne l’altro.Se ci saranno degli eletti nella lista in cons.ricopriranno il ruolo di opposizione,si quella opposizione che a Palazzo nessuno ha fatto per 4 anni.Questo e’ quanto.Se non fosse abbastanza chiaro siamo a disposizione.Ciao a tutti,ovviamente Zorba compreso!

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: