Home > Politica > Ballottaggio per Palazzo Rosso: ma gli alessandrini lo sanno?

Ballottaggio per Palazzo Rosso: ma gli alessandrini lo sanno?

17 maggio 2012

A voi sembra che Alessandria sia in fibrillazione per il ballottaggio elettorale di domenica e lunedì? A me per niente, e lo dico come constatazione, senza rallegrarmene per nulla, anzi.

Ieri, osservando con un’amica alcune vignette un po’ astiose esposte in qualche vetrina cittadina, non ho potuto fare a meno di pensare a quanto invece il sentimento dilagante in città, rispetto alle elezioni di Palazzo Rosso, sia indifferenza mista a rassegnazione. Praticamente tutti si aspettano, da giugno, rincari a raffica, a partire dall’Imu per poi passare attraverso tariffe di asili, servizi sociali, magari Tarsu e quant’altro.

Se sul fronte del centro sinistra c’è comunque una falange di addetti ai lavori e militanti che si sta dando da fare per far tagliare il traguardo da vincitrice a Rita Rossa, nel centro destra il disincanto è addirittura imbarazzante, e anche se il sindaco Fabbio e i suoi fedelissimi formalmente non si danno per vinti, il clima che si respira è già quello del “rompete le righe” e del “si salvi chi può”.

In mezzo, c’è la grande maggioranza degli alessandini, assai preoccupati (come italiani) da quel che sta succedendo a livello nazionale ed europeo, e pochissimo coinvolti da un ballottaggio che si trascinerà comunque fino a lunedì alle 15 (ma perché non si può votare un giorno solo, come in Francia e in tanti altri Paesi?).

Poi, finalmente, Alessandria avrà un nuovo sindaco. Probabilmente votato da un’esigua minoranza di cittadini (scommettiamo: più o meno di 20 mila?)

Scopriremo rapidamente se ci sarà la possibilità anche di un cambio di passo, o se la bandiera di Palazzo Rosso continuerà a  sventolare mestamente a mezz’asta, senza progetti da condividere e sogni da realizzare.

E. G.

Annunci
Categorie:Politica
  1. 17 maggio 2012 alle 07:35

    In effetti c’è calma piatta anche al bar, della serie “machissenefrega!” e, ancora una volta, mi piace stupirmi di sti giovinastri che si riuniscono e discutono, litigano per poi riabbracciarsi in un entusiasmo che dà speranza. No, non a me, ci vuole ben altro, ma a se stessi ed è già qualcosa.
    Io la vedo buia, ogni giorno più buia, e ho grandi dubbi su tutto ciò che accade, il conto non mi torna….

  2. mandrogno
    17 maggio 2012 alle 10:27
  3. punilux
    17 maggio 2012 alle 10:58

    Vincerà la Rossa al 100% ma solo perchè gli Alessandrini vogliono dare una giusta punizione a Fabbio. Tenga presente il quasineosindaco: le furberie e gli accordi per portare grano alle aziende di Gavio o le dismissioni a prezzi di favore ad amici e parenti non saranno più tollerate. Non sembra ma la pazienza dei cittadini è pari alle loro riserve monetarie… Finiti i soldi alla maggioranza.. si scatenerà l’inferno. Quindi giudizio, rispetto dei beni pubblici e buon governo…

  4. Giancarlo
    17 maggio 2012 alle 11:05

    Il risultato di domenica è già scritto da tempo, perchè bisognerebbe entusiasmarsi così tanto, non capisco……!
    Piuttosto chi è stato eletto all’opposizione si dia da fare sin d’ora, stando però con i piedi per terra.

    • 17 maggio 2012 alle 11:14

      su questo ci puoi contare 😀

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: