Home > BLettere > [BlogLettera] Palazzo Rosso: gli amministratori restituiscano il 30% delle indennità

[BlogLettera] Palazzo Rosso: gli amministratori restituiscano il 30% delle indennità

17 maggio 2012

La Corte dei Conti ha accertato (e il Consiglio Comunale ne ha dovuto prendere atto) il mancato rispetto del patto di stabilità per gli anni 2010 e 2011 e i revisori ci dicono che la cosa è avvenuta anche nel 2012. Fra tutte le sanzioni previste c’è il taglio del 30% delle indennità  e ce lo dice anche la ragioneria generale dello stato nella sua circolare n. 5 del 14.2.2012.

E’ questa circolare che ci indica anche che gli amministratori che devono pagare sono quelli che si sono resi responsabili del mancato rispetto.

Per gli anni 2010 e 2011 le indennità sono costate alla comunità 1 milione di euro (500 mila per anno), niente di straordinario: è la legge che definisce l’indennità del sindaco pari a 5.100 euro, quella del vice 3.832 e quella degli assessori 3.065.

Quello che vogliamo proporre, è che qualcuno nel Consiglio di domani o altrove si faccia carico di chiedere a questi amministratori che hanno già percepito complessivamente 1 milione di euro la restituzione del 30%, cioè di 300.000 euro come prevede la legge, ognuno per la sua parte. Ognuno, per la sua parte, contribuisca al risanamento del bilancio della nostra città. E chi ha il compito di far rispettare le leggi lo faccia.

Mauro Buzzi
Alessandria Bene Comune

Annunci
Categorie:BLettere
  1. 17 maggio 2012 alle 15:25

    Scusate, erroneamente ho inviato una copia piena di refusi. Ripubblico.

    I revisori dei conti prima e la Corte dei Conti dopo, hanno accertato (e il Consiglio Comunale ne ha dovuto prendere atto) il mancato rispetto del patto di stabilità per il 2010, e ci dicono che la cosa è avvenuta anche nel 2011. E tutto lascia pensare che così sarà anche per il 2012. Fra tutte le sanzioni previste c’è il taglio del 30% delle indennità di sindaco e assessori e ce lo dice anche la ragioneria generale dello stato nella sua circolare n. 5 del 14.2.2012.
    E questa circolare che ci indica anche che gli amministratori che devono pagare sono quelli che si sono resi responsabili del mancato rispetto.
    Per gli anni 2010 e 2011 le indennità sono costate alla comunità 1 milione di euro (500 mila per anno), niente di straordinario: è la legge che definisce l’indennità del sindaco pari a 5.100 euro, quella del vice 3.832 e quella degli assessori 3.065.
    Quello che vogliamo proporre, è che qualcuno nel Consiglio di domani o altrove si faccia carico di chiedere a questi amministratori che hanno già percepito complessivamente 1 milione di euro la restituzione del 30%, cioè di 300.000 euro come prevede la legge, ognuno per la sua parte. Ognuno, per la sua parte, contribuisca al risanamento del bilancio della nostra città. E chi ha il compito di far rispettare le leggi lo faccia.
    ALESSANDRIA BENE COMUNE

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: