Home > BLettere > [BlogLettera] Trovare una soluzione urgente per gli “esodati”

[BlogLettera] Trovare una soluzione urgente per gli “esodati”

12 giugno 2012

La vicenda degli esodati non può essere affrontata a spizzichi e bocconi: deve essere inquadrata e risolta una volta per tutte. E il Governo ha, in questo senso, un preciso e non più rinviabile dovere.

Il balletto delle cifre che, ancora ieri, ha contrapposto il Ministero Fornero e l’INPS, deve lasciare il posto a una trasparente definizione del problema e a una soluzione condivisa tra le parti, in grado di rassicurare tutti coloro che si trovano nella condizioni di aver contrattato con le aziende l’uscita anticipata dal lavoro e ora, a causa della riforma delle pensioni, rischiano di rimanere per anni senza alcun reddito.

Occorre, in primo luogo, una norma generale che ristabilisca, per tutti coloro che si trovano in tale posizione, il vigore delle norme pensionistiche precedenti la riforma.
Stabilito questo principio generale, il Governo potrà modulare la programmazione delle risorse finanziarie in base al numero di esodati che, di anno in anno, cessando dal lavoro, dovranno poter riscuotere la pensione.

La mancata soluzione di questo drammatico problema rischia di approfondire ulteriormente, verso una platea di centinaia di migliaia di persone, una condizione di crisi economica e sociale già durissima, che penalizza le stesse possibilità di ripresa economica.
E rischia di assestare un vulnus intollerabile al sistema dei diritti e alla stessa credibilità di quegli strumenti di contrattazione che, in molti casi, hanno consentito di affrontare con razionalità delicati processi di crisi e ristrutturazione aziendale.

Daniele Borioli
Segretario Provinciale PD Alessandria

About these ads
Categorie: BLettere
  1. Stefano
    12 giugno 2012 alle 22:24 | #1

    Le cifre fornite da Fornero ricordano le presunte parentele di certa Ruby Rubacuori.

  2. 12 giugno 2012 alle 22:33 | #2

  3. Graziella (gzl)
    13 giugno 2012 alle 00:56 | #3

    Se ne parla ma nessuno fa nulla di concreto, daltra parte la politica ad ogni livello è fatta di chiacchera e nulla di risolto. “TROVARE UNA SOLUZIONE DI CONCRETO PER GLI ESODATI” ; fatta la letterina mod. fumo negli occhi è sufficiente? e poi? che famo sciùr Borioli? Il tutto finisce lì? Aumentare l’età pensionabile di chi lavora veramente, tagliare pensioni, mantenere livelli di reddito da lavoro più bassi di europa, avere giovani disoccupati e pure insultati dai ministri bocconiani oltre le offese ricevute dal Brunetta e nel contempo giù batoste come L’IMU , aumenti di accise su tutto, il preannunciato aumento IVA, tagli ecc. sono leggittimi ? …..la politica locale vicino alla gente invece di leccare il didietro ai paponi o cosidetti segretari politici romani, belli e grassi ricchi dai corposi finanziamenti pubblici per non corrompersi ma poi vivono di corruzzione, prenderli per le corna e fare capire che è ora di fare qualcosa di utile e serio, dire loro che sono ormai ridicoli quando fingono davanti alle telecamere di indignarsi per ciò che sta facendo chi è stato messo da loro stessi, no? Non si fa?

    Gli esodati sono vittime come tutta la popolazione italiana fatta di famiglie, imprese, giovani di tutto sto casino provocato da un governo senza titolo ad esistere ma imposto da chi ricopre incarico di presidenza della repubblica, istituzione inutile, costosa da abolire pari alle province. Monti e i suoi bocconiani per salvare l’italia a loro dire e fare, la stanno distruggendo. Napolitano e i suoi “colleghi” di partito invece di riportare a legittime elezioni il paese per scegliere un governo nazionale leggittimo, nell’imporre tale situazione ha creato un vortice senza ritorno sotto gli occhi di tutti e a sofferenza di tutti. Qui si sta salvando solo la partitica, il carrozzone pubblico, i poteri forti e quel cazzo di Europa, dannosa, effimera, mal impostata, prepotente e di cui si copia solo il peggio e mai ciò che funziona….danni danni danni ….eppoi si meravigliano che la gente gira le spalle alle urne senza comprendere che è solo un atto di civiltà, ….un tempo le situazioni venivano risolte in altro modo poco civile ma ci ritorneremo….

  4. Graziella (gzl)
    13 giugno 2012 alle 01:12 | #4

    http://www.unita.it/italia/alfano-bersani-e-casini-convocati-da-monti-1.420188

    ma toh! eccoli qua i tre paponi delle segreterie romane che accettano e appoggiano tutto, tanto loro non soffrono di tasca, in quanto al dovere verso il popolo e l’onore di politico chi se ne fotte?

    LACRIME E SANGUE …ancora e ancora: un anticipo dell’articolo

    “Mario Monti a Palazzo Chigi ha richiamato i tre leader di maggioranza, con toni anche ruvidi secondo le agenzie, a una «necessaria coesione» e «unità di intenti» per superare un momento particolarmente critico per il paese. La parte più dura per Alfano, Bersani e Casini, è stato l’annuncio di provvedimenti ‘lacrime e sangue’, di fatto un anticipo di manovra. I tre leader hanno risposto dando il via libera al Professore”

  5. CorriereAl
    13 giugno 2012 alle 08:50 | #5

    Senza voler fare troppa demagogia, una riflessione banale credo sia lecita: la sostanza è che Fornero e Monti hanno preso parecchi mesi fa un provvedimento pesante, giocando sulla pelle di quasi 400 mila persone, senza mimimamente valutarne le conseguenze, o senza saperlo fare, o ancora semplicemente fregandosene. Questi sono i super esperti che salveranno l’Italia?

    E. G.

  6. usb alessandria
    13 giugno 2012 alle 09:00 | #6

    qualcuno di concreto fa qualche cosa…

    ESODATI, FORNERO SI DIMETTA. CONFERMATO LO SCIOPERO GENERALE IL 22 GIUGNO
    12/06/2012

    “Fornero si dimetta”, è questo il lapidario invito di Pierpaolo Leonardi, dell’Esecutivo Nazionale USB, al ministro del Lavoro. “La questione esodati sta alla Fornero come il caso Ruby a Berlusconi – argomenta Leonardi – infatti, così come l’ex premier fece votare al Parlamento che Ruby era la nipote di Mubarak, la Fornero ha fatto votare al CdM che gli esodati erano 65mila”.

    Prosegue il dirigente USB: “Non dimentichiamo, poi, che il problema esodati è figlio di una riforma pensionistica che ci vuole al lavoro fino all’ultimo respiro e che, sempre alla Professoressa Fornero, va intestata la distruzione delle tutele previste dall’articolo 18, degli ammortizzatori sociali e l’aumento della precarietà”.

    Osserva Leonardi: “Questi provvedimenti erano stati spacciati come la panacea per tirare l’Italia via dal baratro in cui stava per precipitare. Ma oggi, con lo spread in salita verso i 500 punti e il Paese sotto attacco da parte della speculazione finanziaria, il ministro ammetta finalmente la natura puramente ideologica di queste controriforme, tutte a danno dei lavoratori, e faccia un saggio passo indietro. Noi invece ne facciamo un altro avanti – conclude Leonardi – e confermiamo lo sciopero generale nazionale proclamato il 22 giugno insieme alle altre forze sindacali conflittuali”.

  7. usb alessandria
    13 giugno 2012 alle 09:04 | #7

    RISPONDIAMO AI PROFESSORINI, PARTITI E SINDACATI CONCERTATIVI CHE LI SOSTENGONO
    USB ALESSANDRIA ORGANIZZA LA TRASFERTA A MILANO
    PER CONTATTI: alessandria@usb.it – 3775015031 – 3315776318

    http://confederazione.usb.it/index.php?id=20&tx_ttnews%5Btt_news%5D=44850&cHash=77a4c95f60&MP=63-552

  8. anonimo (luigi rossi?)
    13 giugno 2012 alle 09:10 | #8

    Borioli dovrebbe VERGOGNARSI e assumersi le responsabilità personali e di partito per queste vigliaccate.
    il PD, che con pdl e udc sostiene in modo compatto e senza remore il governo monti-fornero, è in toto RESPONSABILE della distruzione delle regole sociali e del mancato rispetto di elementari principi che regolano il rapporto tra lavoratore e datore di lavoro in tema di previdenza sociale.
    Chi aveva regolarmente PAGATO i contributi previdenziali per tutta la sua vita lavorativa aveva sacrosanto DIRITTO a godere della pensione maturata, nel rispetto delle condizioni del contratto di cui lo Stato era garante. Soldi propri, regolarmente versati all’INPS o ad altro istituto.
    Cambiare le regole del gioco a partita finita non lo avrebbero fatto neppure gli “zingari” del calcio scommesse.
    Siete vigliacchi e ipocriti.

  9. pulilux
    13 giugno 2012 alle 09:28 | #9

    e non dimentichiamo che tra gli esodati c’è anche il sindaco emerito e presidente della pdl professor dr. Piercarlo Fabbio che è ora cansaintegrato e magari vorrebbe andare a foral a fare quello che faceva a ial.

  10. filippo boatti
    13 giugno 2012 alle 16:00 | #10

    Caro Daniele la soluzione sono le dimissioni immediate di questa INCOMPETENTE E BUGIARDA della ministra Fornero.

I commenti sono chiusi.
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 28 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: