Home > Editoriali > Coesione, capitale sociale e illegalità

Coesione, capitale sociale e illegalità

2 luglio 2012

di Bruno Soro
http://www.cittafutura.al.it

«Tutto quello che possiamo imparare sul passato ci aiuta a capire il presente [ma non a prevedere il futuro] … Si può sperare che lo studio del passato possa aiutarci a orientare le nostre attività presenti e future in direzioni più universali e produttive, e soprattutto meno pericolose [ma non è affatto detto che ciò accada]».

 L.L. Cavalli Sforza, «L’evoluzione della cultura», Codice, Torino 2010. [Parentesi quadre aggiunte].

Le vicende legate alla sorte dell’euro, unitamente alla divulgazione di alcuni studi sugli immensi danni che deriverebbero ai paesi dell’Eurozona (e all’economia mondiale) da un’eventuale l’implosione della moneta unica, rischiano di oscurare uno degli aspetti più significativi degli interventi di «politica economica» posti in essere dall’Unione Europea (UE), la cosiddetta «politica regionale». Trattasi di misure che nel corso degli anni hanno riversato un fiume di risorse in molte aree regionali (comunque denominate) di paesi come l’Irlanda, la Grecia, il Portogallo, la Spagna e l’Italia, misure dalle quali tali aree hanno tratto enormi vantaggi economici. Da quando, negli ultimi due anni, è scoppiata la crisi finanziaria dei debiti pubblici degli stati nazionali – crisi che sta mettendo in ginocchio le economie reali dei paesi europei maggiormente indebitati -, l’attenzione dei mezzi di comunicazione è stata attratta prevalentemente dalle misure di «politica monetaria» e da interventi di «politica fiscale» (intendendo con quest’ultima espressione la gestione delle entrate e delle uscite che compongono il bilancio dello stato), la cui competenza è stata lasciata dal Trattato di Maastricht ai singoli stati nazionali, a scapito, della politica regionale nelle varie forme di sostegno messe in atto con l’attivazione dei vari fondi “sociali” e “strutturali” europei. [Per leggere l’articolo completo clicca qui]

Annunci
Categorie:Editoriali
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: