Home > Politica > Filippi: “Terzo valico? Solo se non c’è rischio amianto”

Filippi: “Terzo valico? Solo se non c’è rischio amianto”

4 luglio 2012

All’indomani dell’approvazione del bilancio preventivo di Palazzo Ghilini, il presidente della Provincia Paolo Filippi (nella foto) argomenta la sua posizione su logistica e infrastrutture, ma parla anche del futuro dell’ente, del dibattito interno al centro sinistra e del suo impegno futuro. E chiede: “ma Balduzzi è un tecnico o un politico? A me sembra già in campagna elettorale…” Buona lettura su AlessandriaNews!

E. G.

Annunci
Categorie:Politica
  1. 4 luglio 2012 alle 08:36

    ma basta!

  2. anonimo (luigi rossi?)
    4 luglio 2012 alle 09:41

    filippi, basta. Vai a casa definitivamente.
    Sei stato nascosto e fagnano per tutti questi anni, per fare la campagna elettorale della tua amica.
    Ora riemergi dalla tana a sproloquiare mentre a Arquata e Serravalle arrivano gli espropri e i manganelli del tuo sponsor palenzona\gavio.
    Basta!

  3. Graziella (gzl)
    4 luglio 2012 alle 14:00

    “solo se non c’è amianto” ?

    ecchisifida più? e se per opportunità e collusione tra poteri di controllo qualche esperto preposto relaziona che non c’è amianto e tutte quelle sostanze anche se naturali ma tossiche? Le popolazioni coinvolte se lo prendono nello stoppino.

    Anche nel territorio della Fraschetta “tutto andava ben” fino nel giugno 2008 quando privati interessati all’ex zuccherificio facendo carotaggi hanno scoperto il cromo e chissà che altro, eppure su quella zona “sgambettava il progetto Linfa” gestito con fondi europei e con partecipanti internazionali ai vari convegni di Provincia, Comune, le più alte sigle ambientali, 1 comitato di cittadini di controllo, università ARPA, ASL, uno sportello osservatorio che da BUR regionali veniva finanziato dalla Regione …..quindi chiacchiere su chiacchiere e spendere denaro in chiacchiere su un territorio inquinato che dovrebbe essere sotto osservato con severità dalla Legge SEVESO (a seguire in tutte le sue modifiche sempre più restrittive)

    Quindi fa bene chi non si fida perchè teme furberie: tutto ciò che è pubblico ha perso la credibilità.

  4. 4 luglio 2012 alle 15:13

    A proposito di ex zuccherificio, La Stampa di oggi riferisce di nuovi sopralluoghi, e di un possibile rilancio del progetto commerciale su quello spazio. Con tutto quel che c’è sotto, una bella sfida, no? Seguiremo gli sviluppi. Del resto sembra che dalle nostre parti non esistano alternative: o aree fatiscenti, o ipermercati.

    E. G.

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: