Home > BLettere > [BlogLettera] Su AMAG giusto voltare pagina

[BlogLettera] Su AMAG giusto voltare pagina

5 luglio 2012

L’azzeramento del Cda di AMAG è un ulteriore importantissimo passo nel senso del rinnovamento e della trasparenza, condotto dalla nuova Giunta di Alessandria nei confronti di quello che è stato, nel corso degli ultimi cinque anni, uno dei centri nevralgici di smistamento del sistema di potere instaurato dal centrodestra alessandrino.
Da tempo, peraltro, numerosi Comuni, soci dell’Azienda, avevano segnalato i metodi di direzione del tutto originali instaurati dal Presidente-Manager, di cui la settimana scorsa è stato reso noto il lautissimo trattamento economico. A tutto ciò si aggiungano i numerosi rilievi svolti nel corso dell’Assemblea dei Soci, tanto dall’Assessore del Comune di Alessandria, riguardanti l’eccessivo indebitamento di AMAG, quanto da altri Sindaci che hanno ricordato le inadempienze della stessa rispetto alle quote dovute ai comuni montani per interventi di riassetto idrogeologico.

Con l’insediamento del nuovo e provvisorio CdA, si apre una stagione nuova, nell’interesse non solo di Alessandria. Giacché siamo convinti che il nuovo corso aperto da Maria Rita Rossa, da un lato favorirà un maggior equilibrio dei poteri, restituendo all’insieme degli enti locali, anche più piccoli, parte delle prerogative di cui le scelte della Giunta Fabbio li avevano spogliati; dall’altro metterà in sicurezza la salute finanziaria ed economica dell’Azienda.

Domenico Ravetti  
Responsabile Enti Locali Pd Alessandria

Daniele Borioli
Segretario Provinciale Pd Alessandria

Annunci
Categorie:BLettere
  1. francodellalba
    5 luglio 2012 alle 14:39

    “La settimana scorsa è stato reso noto il lautissimo trattamento economico…”.e ve ne stupite??? E chiederlo un pò prima? Ma non era compito vostro denunciare pubblicamente lo spreco assurdo? O non vi conveniva perchè avreste aperto le porte alla corsa a denunciare chi devasta di più?
    Ma la faccia ve la fate fare dall’ILVA di Novi o quella di Taranto?
    Io sono vermamente convinto che non abbiate alcun titolo a fiatare, esattamente come coloro che, oggi, e grottescamente, siedono sui banchi dell’opposizione.
    Credo anche che abbiate tutto l’interesse a nascondervi per quando, e temo accadrà presto, la rabbia popolare sarà incontenibile e vi chiederà conto di chi siete stati e cosa avete fatto.

  2. il Principe
    5 luglio 2012 alle 15:34

    poffarbacco.
    Zaccone? non sono quisquiglie.
    Ma mi faccia il piacere!

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: