Home > BLettere > [BlogLettera] Azzeriamo il cda della Fondazione TRA

[BlogLettera] Azzeriamo il cda della Fondazione TRA

9 luglio 2012

Il Comitato Ridatecilteatro ritiene opportuno, prima della pausa estiva, portare all’attenzione dell’opinione pubblica alcune considerazioni che vogliono essere un contributo sulla nota questione della sorte del teatro comunale.

Innanzitutto vogliamo sottolineare come, nonostante la gravissima crisi finanziaria e gestionale lasciata in eredità dalla giunta Fabbio, l’attuale amministrazione abbia da subito dato un forte segnale di non essersi dimenticata del teatro e di voler affrontare questo problema complesso e grave, nonostante l’ormai quasi certo pronunciamento di dissesto dell’ente comune.

A tal proposito ci sentiamo rassicurati anche in relazione ad alcune posizioni che tendevano a trovare una soluzione “economica” nell’abbattimento dello stabile rinviando ad una nuova struttura l’allocazione dello spazio spettacolo. Spieghiamo perché non possiamo essere d’accordo: l’abbattimento del comunale sarebbe la quasi certezza della non più esistenza di un teatro, degno di questo nome, nella città di Alessandria. E questo, come più volte ribadito, la città non se lo merita.

La bonifica da amianto e il riadattamento dello stabile ci sembra la via da percorrere, sottolineando ancora il nostro motivato parere contrario nel mantenere la Switch come ditta incaricata dei lavori.

Come terzo punto riteniamo imprescindibile l’azzeramento dell’attuale consiglio di amministrazione e perciò anche le dimissioni della Presidente Elvira Mancuso, responsabili della chiusura del teatro e del suo dissesto strutturale e culturale e del danno creato nei confronti dei lavoratori e del pubblico.

A questo proposito auspichiamo che l’attuale amministrazione prenda seriamente in esame l’opportunità di praticare una richiesta di risarcimento danni per la gestione scriteriata che fin dall’inizio lo scrivente comitato ha denunciato.

Consapevoli della gravità della situazione e anche della complessiva caduta culturale della città, rivolgiamo al Sindaco e alla Giunta un’accorata richiesta affinchè si riprenda da subito, anche con mezzi e risorse limitati e nei luoghi disponibili, l’attività teatrale.

Concludiamo questo comunicato sottolineando che riteniamo irrinunciabile che quest’amministrazione si impegni per una costante e precisa informazione sulla bonifica e anche sulle ipotesi di assetto gestionale che vorrà intraprendere nel prossimo futuro all’insegna della trasparenza e della partecipazione.

Comitato Ridatecilteatro
http://www.ridatecilteatro.it

Annunci
Categorie:BLettere
  1. mandrogno
    9 luglio 2012 alle 10:35

    forse sarebbe meglio cominciare da un’altra fondazione… poi la pulizia scenderebbe per caduta, senza sforzi eccessivi

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: