Home > BLettere > [BlogLettera] Governo Monti: solo elogi incondizionati?

[BlogLettera] Governo Monti: solo elogi incondizionati?

24 settembre 2012

Nell’attuale panorama politico Italiano, c’è una coalizione eterogenea che lo sostiene composta da politici che plaudono incondizionatamente al suo operato, altri che lo sostengono forse più per un’opportunità politica dettata da una situazione contingente, che per effettivo senso di responsabilità e infine una minoranza decisamente contraria.

Ma dai cittadini emerge chiaramente e in larga misura il seguente messaggio: “andiamoci piano con gli elogi incondizionati al Governo Monti”, certo se lo confrontiamo con il fallimento dei governi politici che negli ultimi vent’ anni si sono avvicendati alla guida del paese e in particolare l’ultimo che ci ha portato sull’orlo del baratro, lo possiamo considerare giustamente il salvatore della patria, anche per quanto riguarda il ritrovato prestigio dell’Italia a livello internazionale.
Però se analizziamo con obiettività il contenuto complessivo della sua azione di Governo, emerge innanzi tutto che il conto “Salva Italia” è stato fatto pagare prevalentemente alle classi sociali medio basse che guarda caso sono le più deboli.

Agli stessi è toccato il gravoso compito di contribuire ad evitare, pagando di tasca propria, che l’Italia facesse la fine della Grecia, il che sarebbe stato certamente peggio dell’attuale seppur pesante situazione.
Inoltre, se approfondiamo ulteriormente il suo operato, emerge che ci sono taluni punti che rappresentano da sempre un problema fondamentale per il nostro paese, per i quali sarebbe stato importante, approfittando del fatto che si tratta di un Governo tecnico (che non dovrebbe avere il problema dei consensi elettorali), che fossero stati intrapresi i provvedimenti del caso; provvedimenti che sono stati annunciati, ma non sono diventati leggi dello stato.

Pertanto i cittadini si domandano, ma che fine hanno fatto questi provvedimenti? ad esempio:
Anticorruzione: nessuna legge, nonostante le richieste dell’Europa.
Crescita & Sviluppo: per ora il paese è in recessione.
Equità: Annuncio di Monti al Senato, “Sacrifici equi”, “Pagherà chi ha dato di meno”, ma per ora nessuna legge in merito.
Casta: nessuna legge per ridurre il numero dei parlamentari e gli emolumenti, in linea con la media europea.
Maxi stipendi: Il tetto dei manager non è ancora stato toccato.
Conflitto di interessi: nessuna legge sul conflitto di interessi.
Ici alla Chiesa: nessuna norma attuati-va all’annuncio di tassare i beni immobili religiosi con finalità commerciale.
Inoltre: Frequenze TV, Falso in bilancio, Casta auto blu, Banda larga, Abuso d’ufficio, nessuna legge in merito.

Recentemente il Consiglio dei Ministri ha approvato un DDL che dovrebbe porre un freno alla cementificazione selvaggia e incontrollata del territorio, ma il testo per diventare operativo dovrà superare l’esame del Parlamento, dove potrebbe non essere approvato…
Va altresì evidenziato che in un contesto segnato dalla disoccupazione in aumento, la riforma Fornero dell’art. 18, non solo non ha creato nuovi posti di lavoro, ma ha determinato i primi licenziamenti.

In Parlamento ci sono i nomi e i cognomi dei responsabili che hanno impedito l’approvazione degli stessi, che sono indispensabili per allineare il paese con le democrazie più evolute d’Europa, ed agevolarne lo sviluppo, perciò  i cittadini hanno il diritto di saperlo, per formarsi un opinione in merito, anche in vista delle imminenti elezioni politiche.
Il presidente Monti, non ha voluto mettere la fiducia sui provvedimenti sopra indicati, se lo avesse fatto, probabilmente sarebbe emersa la forza politica che in parlamento si oppone al cambiamento ed è contraria alle regole, e nel caso che la stessa avesse fatto cadere il Governo si sarebbe assunta una grave responsabilità di fronte agli italiani.

Alla luce di quanto sopra, si può obiettivamente concludere che solo nel caso in cui fossero stati approvati i provvedimenti sopra descritti, i cittadini potrebbero elogiare incondizionatamente il Governo Monti e forse anche i Parlamentari, che avrebbero così finalmente dimostrato di lavorare per il bene del paese, ma dato che questo purtroppo non è avvenuto, il giudizio attuale non può che essere a livello di semplice sufficienza.
Il problema grave per i cittadini è che se questi provvedimenti non sono stati intrapresi da un Governo tecnico è difficilmente ipotizzabile che possano essere realizzati in futuro, da un Governo politico…

Pier Carlo Lava

Annunci
Categorie:BLettere
  1. icittadiniprimaditutto
    25 settembre 2012 alle 08:42

    Dove sono finiti i soliti solerti commentatori anonimi… credo che hai numerosi ed assidui lettori di questo blog (fra cui anche il sottoscritto) sarebbe interessante sapere che cosa ne pensano in merito alla questione?

  2. anonimo (luigi rossi?)
    25 settembre 2012 alle 10:25

    Hai? forse non ci interessa discutere del governo monti con uno che è stato fiero sostenitore del medesimo mentre tagliava pensioni e affamava il popolo?

  3. icittadiniprimaditutto
    25 settembre 2012 alle 10:29

    Caro anonimo, hai sbagliato indirizzo, il sottoscritto da tempo non è fiero sostenitore di nessuno, tantomeno di Monti, anche se va detto che se non fosse arrivato un Governo tecnico, il precedente (unitamente a quelli degli ultimi venti anni) ci avrebbe fatto fare la fine della Grecia.

  4. anonimo (luigi rossi?)
    25 settembre 2012 alle 14:02

    lava… ma lei ha una faccia peggio della polverini…
    non era nell’UDC fino a mezzora fa?
    e l’UDC non è il partito che con PD e PDL sostiene fieramente monti, fornero e compari?
    essù.. evvia.. eddai…

  5. icittadiniprimaditutto
    25 settembre 2012 alle 16:34

    Vede che cosa succede a non essere informati e ha fare di tutte le erbe un fascio… per quanto mi riguarda mi sono sempre occupato esclusivamente dei problemi dei cittadini, e anche della politica a livello nazionale e locale, dal 28 settembre 2010, ho scritto 175 lettere, tutte pubblicate ( tra gli altri anche nel blog di Ettore che ringrazio), come può vedere nel mio blog questo è l’indirizzo della pagina che le contiene tutte: http://icittadiniprimaditutto.wordpress.com/disclaimer/ si tolga la curiosità provi a documentarsi e poi se vuole ne riparliamo.

    • anonimo (luigi rossi?)
      25 settembre 2012 alle 19:38

      se lei scrive lettere (cosa legittima, ognuno inganna il tempo come vuole) questo non toglie che la sua convinta militanza nell’UDC di casini la renda corresponsabile delle scelte del partito.
      Troppo comodo far finta di nulla, e presentarsi ora come moralizzatore e anti-monti e casini. Ci vorrebbe un po’ cautela, o quanto meno far passare un po’ di mesi tra una giacchetta e un’altra, altrimenti si rischiano grame figure.
      Non è bello cercare di ingannare gli elettori come si inganna il tempo.

      • icittadiniprimaditutto
        25 settembre 2012 alle 19:52

        Le mie lettere sono iniziate molto tempo prima della mia militanza nell’UDC, periodo in cui ho comunque fatto le stesse cose, che intendo continuare a fare ora, mantenendo la mia indipendenza di pensiero. Lei non sa quante volte sono entrato in contrasto con certe decisioni, ma ero in minoranza…

  6. Enrica Bocchio
    25 settembre 2012 alle 17:54

    Secondo me, il fatto che lei si sia ” sempre occupato esclusivamente dei problemi dei cittadini, e anche della politica a livello nazionale e locale” le ha impedito di interessarsi minimamente all’uso dell’acca, neppure dopo la pulce messa da qualche intervento precedente.
    Vediamo un po’: quale potrebbe essere la sua logica?Davanti all’ausiliare negativo non la mettiamo, ma se non è ausiliare sì.Oppure facciamo che metterne una sì e una no: quella giusta passerà di qui! Ma che rogna questi infiniti! Però anche le preposizioni articolate (ma anche non), sono dei bei rompicapo!
    Data la frequenza dei suoi interventi, nei quali finalmente ha esaurito (forse) gli inviti a riempire la città di panettoni stradali, per tornare all’acca provi ad applicare la sua stessa frase:” si tolga la curiosità (e qui ci metterei una virgola) provi a documentarsi e poi se vuole ne riparliamo.” Buon lavoro.

  7. icittadiniprimaditutto
    25 settembre 2012 alle 18:21

    Non la conosco e quindi non so di che cosa si occupa… sempre che si occupi di qualcosa di produttivo… nella vita (mentre il sottoscritto può ampiamente documentarlo) ma se mi permette ho qualche dubbio… in merito. Succede digitando velocemente e facendo molte cose, comunque complimenti dato che a quanto pare lei pensa di risolvere i problemi preoccupandosi delle h…
    ps. le acca sono l’ultimo dei miei pensieri, però mi raccomando lei controlli sempre attentamente quello che scrivo… grazie Enrica e cordiali saluti.

  8. il Principe
    25 settembre 2012 alle 19:43

    Le acca sono importanti, perdinci.
    Il mondo va a rotoli proprio per colpa di gente che non capisce un’acca.
    E poi, proprio quest’anno che c’è stata una grande moria delle vacche…
    Punto, punto e virgola, due punti.

  9. icittadiniprimaditutto
    25 settembre 2012 alle 20:34

    Quando volutamente ho stimolato la discussione, mi aspettavo almeno per una volta considerazioni in merito ai contenuti delle questioni, ma se i commenti continuano ad essere su questi livelli, sempre i soliti, la cosa francamente non mi interessa più.
    Inoltre ritengo offensivi certi commenti sarcastici sui panettoni alle intersezioni per migliorare la visuale, non tanto nei miei confronti, ma sopratutto nei confronti di Paola Testa Mobility e Disability manager, che se ha deciso di collocarli, considerando la sua esperienza in materia è perchè ha ritenuto importante farlo.

    • Enrica Bocchio
      25 settembre 2012 alle 21:50

      e dove sta il sarcasmo? e dove sta l’altra “t” di soprattutto?
      Mi pare si sia allargato un po’ troppo nelle sue convinzioni.
      Comunque se, come afferma, la cosa non le interessa più, ce ne faremo una ragione.
      Saluti.

      • mandrogno
        25 settembre 2012 alle 22:57

        grazie di cuore, signora Enrica.
        Lei è il nostro Cid Campeador.

  10. 26 settembre 2012 alle 18:00

    Sembra che il maestro Gogol fosse stato ispirato ed ossessionato da un suo vecchio zio che, tormentato fuor di misura dal pensiero del risparmio, soleva apostrofarlo con: ” i copechi vengono prima di tutto”. Cicikov, il protagonista del suo libro “Le anime morte”, assillato dal padre, infatti, ripete: “metti da parte ogni copeco, raccoglierai una fortuna, potrai riuscire a fare tutto quello che vorrai”.
    Per loro erano i copechi (tra l’altro negli ultimi anni, le monetine russe, nei tagli più piccoli, sono state ritirate), per altri c’è sicuramente qualcosa che viene prima di tutto, ma a volte non è ben chiaro cosa…..
    Comunque, concludendo con Gogol, un altro brano del maestro mi torna alla mente in questa triste ed uggiosa giornata, funestata, come potremmo dire?, mmmhhh……
    dall’inizio dell’ennesima era elettorale (ma quando mai ne saremo fuori?), con i soliti prodromi premonitori ed ammonitori, rivelati da repentini cambi di umore e di casacca.
    “Ecco com’era Nozdrëv! Forse lo definiranno un tipo troppo abusato; vorranno dire che ormai, di Nozdrëv, non ce n’è piú. Ahimè! non amano la verità, quelli che vorranno dire cosí. Nozdrëv ancora per un pezzo non sparirà dalla faccia della terra. Egli è dovunque fra noi, e forse, semplicemente, indossa un altro caffettano: ma distratta, superficiale è la gente, e un uomo che indossa un altro caffettano, sembra ad essa un altr’uomo. “

    • cittadino
      26 settembre 2012 alle 19:31

      fine della collezione primavera-estate, si rifanno gli armadi e si cambia giacca per la nuova stagione autunno-inverno..
      Pare anche che il verde non sia più di moda, ed è tutto un viavai di calvi

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: