Home > In primo piano > Ciao Carlo

Ciao Carlo

3 dicembre 2012

Allara Carlo 2La notizia ci arriva come una doccia fredda, dal web. Carlo Allara non c’è più: è morto sabato, ed era malato da tempo. Non ci si incrociava da un po’, ora che ci pensiamo, ma Carlo era una presenza costante, vivace nel panorama dei media alessandrini, negli ultimi anni soprattutto on line. Un suo “mi piace” su facebook ad un post di questo blog risale a non più di qualche giorno fa, forse qualche settimana.

Ci conoscemmo nel 2007, quando nacque Corriereal come quotidiano. E del giornale fu collaboratore prezioso, occhio attento e intelligente di fotografo sempre “sul pezzo”, ma anche giornalista tout court, capace di “scovare” la notizia, e segnalartela un po’ prima di tutti gli altri.

Ti ricorderemo così Carlo, con la tua inseparabile macchina fotografica, o in sella alla bicicletta con cui attraversavi Alessandria per documentare gli eventi, piccoli e grandi, della città.

Ettore e Andrea
(ma anche, ne siamo certi, Irene Navaro, Andrea Chiabrando e Gianluca Guglielmero, colleghi e amici di quella bella avventura)

Annunci
Categorie:In primo piano
  1. Magliarossa
    3 dicembre 2012 alle 19:58

    Un grande Ciao anche da Magliarossa!!!

  2. franco dell'alba
    3 dicembre 2012 alle 20:56

    Mi associo, per quel poco che l’ho conosciuta, mi è parsa una persona corretta e pulita, me ne spiace molto.

  3. MAURO TRAVERSO
    3 dicembre 2012 alle 20:58

    Grazie a voi per aver posto la notizia. Ho conosciuto Carlo per mezzo della mia compagna Elisabetta. Un vero amico per tutti e due. Sapevo della malattia. Ciao, Carlino.

  4. massimo
    3 dicembre 2012 alle 21:06

    Una bravissima persona. Semplice e sincera.Ci mancherai

  5. Graziella (gzl)
    3 dicembre 2012 alle 23:58

    Conoscevo Carlo dal 2001, era collega nel settimanale ” Cittadella”, gli ultimi impegni insieme fu l’intervista che feci al Sindaco di Felizzano e al Sindaco di Mirabello Monferrato. Chiusa la Redazione non ci siamo mai persi di vista e siamo restati buoni amici. La notizia mi ha rattristita e riportata a ricordi dell’impegno giornalistico proffuso insieme. Condoglianze alla famiglia e alle redazioni con cui in questi anni ha collaborato.

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: