Home > Editoriali > Tino Rossi: “mi batto per un’Italia diversa da questa: ma comunque europea”

Tino Rossi: “mi batto per un’Italia diversa da questa: ma comunque europea”

10 gennaio 2013

Rossi Oreste 1Protocollo di Kyoto, tutela delle imprese, opposizione allo “strapotere” del sistema bancario. Ma anche la sua uscita dalla Lega, e le nuove proposte indirizzate al nostro territorio. Ecco come sarà il futuro politico dell’europarlamentare alessandrino Tino Rossi (nella foto). Buona lettura su AlessandriaNews!

E. G.

Annunci
Categorie:Editoriali
  1. mandrogno
    10 gennaio 2013 alle 10:48

    non leggo per principio.
    preferisco un manuale di parassitologia.

  2. adel
    10 gennaio 2013 alle 16:23

    questo si che è un grande parassita…… e adesso mentre questo prenderà la pensione già sorge il nuovo astro Molinare

  3. Ettore Grassano
    10 gennaio 2013 alle 17:39

    Bah…che si dissenta anche in toto da questo o quel politico è legittimo. Ma se il web diventa il muro su cui scrivere insulti a prescindere, per sfogare le nostre frustazioni, secondo me ne facciamo un uso davvero misero. Se ci pensate, è l’equivalente del bar sport di paese di una volta, dove i soliti brontoloni si sfogavano, ma senza costrutto. Dai, almeno qui alziamo il tiro….e evitiamo gli insulti ad personam.

    E. G.

    • anonimo (luigi rossi?)
      10 gennaio 2013 alle 20:20

      se le fregature sono ALLE PERSONE, per forza che poi anche le reazioni sono ad personam.

  4. Latinorum
    11 gennaio 2013 alle 00:11

    Sostegno ad adel, visto che lo stipendio glielo paghiamo noi. Direi fregature ad personas!

  5. franco dell'alba
    11 gennaio 2013 alle 18:39

    Tino mi è simpatico, se dovessi indicare lo stereotipo perfetto del politico che, entrato nel Palazzo, assaggiata la torta, non vuole più tornare al panino…sicuramente farei il suo nome.
    I politici professionisti, ormai, hanno perso qualsiasi forma di credibilità e dignità, vivono di rendita e succhiano tutto il succhiabile, andando ben oltre il lecito ed il logico; fare eccezioni è improponibile e, se anche ci fossero, sono assolutamente invisibili.
    Quindi prendersela con lui è assolutamente scorretto, occorre prendersela con tutti e mandarli tutti a casa, nessuno escluso.
    Il che non lo assolve, ovviamente, solo che non se ne deve fare un caso perchè non lo è. Non lo si deve a lui, non solo a lui se si è totalmente perso il senso del limite e, ancor peggio, del termine “vergogna”. Glielo abbiamo permesso, continuiamo a permetterglielo.
    Tanti anni fa, quando ancora votavo per qualcuno, ho votato anche per lui, della serie “chi è senza peccato”….da allora ho finalmente capito e quell’errore non lo faccio più per nessuno, ma proprio nessuno.
    Tornerò a votare quando mi permetteranno di pentirmi in tempo reale del voto che ho dato e di modificarlo, quando mi permetteranno di far fare le leggi ma anche di farle da solo, di farle cambiare, di farle cancellare e di farne fare di migliori in qualsiasi momento io lo decida.
    Sino ad allora lavorerò perchè qualcuno mi metta in quelle condizioni, ma non lo voterò sino a quando lui, per primo, e sin da subito, non fà quello che mi promette.

    • Wally
      11 gennaio 2013 alle 19:28

      “Tornerò a votare quando mi permetteranno di pentirmi in tempo reale del voto che ho dato e di modificarlo, quando mi permetteranno di far fare le leggi ma anche di farle da solo, di farle cambiare, di farle cancellare e di farne fare di migliori in qualsiasi momento io lo decida.
      Sino ad allora lavorerò perchè qualcuno mi metta in quelle condizioni, ma non lo voterò sino a quando lui, per primo, e sin da subito, non fà quello che mi promette.”

      Delirio. (unico commento possibile)

  6. franco dell'alba
    13 gennaio 2013 alle 09:24

    Sì, sono assolutamente d’accordo.

  7. andrea
    14 febbraio 2013 alle 08:53

    in italia ora:
    se votare servisse a qualcosa ce lo avrebbero già impedito

    è come essere condannati a morte ma potersi sciegliere il boia

    chi vota danneggia anche te …..digli di smettere

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: