Home > BLettere > [BlogLettera] “L’Imu è imposta contro la proprietà: quindi incostituzionale”

[BlogLettera] “L’Imu è imposta contro la proprietà: quindi incostituzionale”

11 gennaio 2013

L’IMU non è una imposta sulla proprietà, ma contro la proprietà ed il risparmio degli italiani.
Per questo, si può e si deve reagire per farne dichiarare l’incostituzionalità. LA DESTRA, al servizio dei cittadini, come sempre, propone di reagire contro questa imposta ingiusta, attraverso quattro  fasi:

Fase 1 – Istanza di rimborso
Si può presentare al Comune istanza di rimborso dell’IMU pagata, corredata delle ricevute di pagamento.   L’azione anche di un singolo contribuente, meglio se assistito dalle Associazioni di tutela della proprietà o dai CAF, ovvero un’azione di classe collettiva può essere sviluppata attraverso una serie di “ricorsi pilota” – individuali o collettivi –  per innescare un meccanismo di cui tutti si potranno comunque giovare.

Fase 2 – Ricorso alla Commissione Tributaria Provinciale      
Decorsi 90 giorni dalla proposizione della istanza di rimborso, ed in caso di mancata risposta da parte del Comune, è possibile proporre ricorso alla Commissione Tributaria Provinciale competente, evidenziando le ragioni di incostituzionalità dell’IMU e chiedendo la remissione degli atti alla Corte Costituzionale.

Fase 3 – Remissione degli atti alla Corte Costituzionale
È sufficiente che anche una sola delle Sezioni delle numerosissime Commissioni Tributarie italiane – verificata la fondatezza e la rilevanza della questione di costituzionalità proposta – rimetta gli atti alla Corte Costituzionale, perché questa sia tenuta ad esaminarla ed a pronunciarsi. In caso di sentenza che dichiari l’incostituzionalità totale o parziale dell’IMU, tutti i contribuenti interessati – se non lo hanno già fatto – potranno chiedere e ottenere il rimborso di quanto ingiustamente pagato.

Fase 4 – Giudizio della Corte Costituzionale

Per INFORMAZIONI e CONSULENZA GRATUITA sulla presentazione dell’ISTANZA DI RIMBORSO e sul RICORSO alle Commissioni tributarie rivolgersi a:  “La Destra” v. dell’Erba, n. 1 – 15121 ALESSANDRIA Cell. 3346203914Tel. 0131250014 h.17-19).

Annunci
Categorie:BLettere
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: