Home > Politica > Filippi: “Ringrazio il Pd per la stima, ma…”

Filippi: “Ringrazio il Pd per la stima, ma…”

15 gennaio 2013

Filippi ComaschiCome far tornare i conti di Palazzo Ghilini per il 2013? “E’ tecnicamente impossibile”, dice il presidente della Provincia Paolo Filippi (nella foto), “se non con licenziamenti di massa che non sarò io ad avallare”. E parla anche dei precari, delle nomine nelle fondazioni bancarie e delle prossime elezioni politiche: per chi voterà? Buona lettura su AlessandriaNews!

E. G.

Annunci
Categorie:Politica
  1. Bastian contrario
    15 gennaio 2013 alle 09:16

    Il presidente Filippi ben consigliato dal conte duca di Trisobbio continua a fornire mezze verità e non rispondere alle domande che gli vengono poste, e cioè perchè ha scelto di licenziare quei precari senza padrini politici e di tenerne altrì come il precario ottuagenario accampato a Palazzo Ghilini, o di quell’altro ex funzionario dei D.S. che passa le sue giornate in via Galimberti ? Evidentemente non era una questione finanziaria, visto tra l’altro, che si permette di continuare a percepire per intero l’indennità di funzione, e la riduzione dei costi della giunta è avvenuta cacciandone gli elementi migliori.

  2. mandrogno
    15 gennaio 2013 alle 09:44

    ce ne vuole di fantasia per riuscire a inventarsi “elementi migliori” in questa giunta provinciale inetta e inutile.

  3. Precari Provincia di Alessandria
    16 gennaio 2013 alle 14:05

    Proprio oggi leggiamo su La Stampa che il settantaquattrenne Agostino Gatti diventa vice presidente della Fondazione CR Torino, ovviamente con i rispettivi lauti compensi, dall’articolo però, a firma di Massimo Putzu, non si capisce se cont…inua a percepire l’obolo anche dalla Provincia di Alessandria oppure no? Perchè va bene i bilanci ma che 20 persone stiano a casa a 0 euro e i soliti noti si gonfino le tasche NON E’ PIU’ AMMISSIBILE!!!
    Poi come sempre siamo tutti uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri… Energia e Territorio è salva??? Un part-time di 20 precari sarebbe costato all’ente circa 160.000,00 euro per 6 mesi di contratto, la cosa divertente che poco prima di natale la Provincia di Alessandria ha dovuto versare circa il doppio della cifra sopra riportata alla Banca di Legnano a garanzia di una fidejussione escussa dalla Provincia di Imperia per un inadempimento contrattuale proprio della partecipata Energia e Territorio.
    Ma un sano giornalismo locale d’inchiesta esiste o no???

  4. lupus in fabula
    19 gennaio 2013 alle 19:37

    non so se si è pensato di lasciare ad altri il Palazzo Guasco, alcuni immobili affittati in giro per la provincia e che potrebbero disdettati perchè “inutili”, magari anche la riduzione di alcune “posizioni”, tutte piccole cose ma che…una vecchia diceva “guardatevi dalle piccole spese perchè messe insieme diventano cifre grandi”…..

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: