Home > In primo piano > Rimborso Imu e code immaginarie

Rimborso Imu e code immaginarie

22 febbraio 2013

Lettera rimborso ImuIeri ho chiesto ad un paio di addetti ai lavori che operano all’interno degli uffici postali del nostro territorio quali fossero stati gli effetti della lettera di Berlusconi sul promesso rimborso Imu (del 2012), e si sono messi a ridere: “qui da noi non è passato nessuno: in compenso c’è la coda per pagare le bollette”.

Diciamocelo: alla lettera-propaganda di Silvio ha subito risposto la contropropaganda del regime mediatico in mano al Pd e ai suoi amici, con effetti altrettanto comico/ridicoli.

Il punto, signori miei, è che in campagna elettorale i politici e i partiti la tendenza compulsiva a considerare noi elettori un parco buoi dirottabile a piacimento ce l’hanno tutti, poche storie. Ognuno col suo stile, e con i suoi metodi, tutti cercano di mostrarci asini volanti, e non si rendono conto che il re nudo ormai gli italiani lo vedono tutti, e non hanno neppure il pudore di dirlo a mezza voce. Lo urlano proprio, tanto che i politici più avveduti, credetemi, sono quelli che hanno scelto un ruolo, più o meno temporaneo, di osservatori.

La lettera del Berlusca, comunque, io l’ho ricevuta mercoledì, ed è tanto esilarante quanto un po’ “datata”. Ma Silvio non si rivolge mica a noi maniaci del web, che viviamo ormai connessi 15 ore al giorno, e ci rincoglioniamo in tempo reale con notizie flash e slogan “rimbalzati” dai social network. Berlusconi con la sua letterina parla ai pensionati, che sono una valanga, e nella loro gran parte di Internet sentono parlare in tv. Oppure a quella tipologia di lavoratori di mezza età (io ne conosco diversi) che Internet lo usa giusto per controllare l’e-mail una volta al giorno: e magari sono più “sani” loro di noi web-dipendenti, sia chiaro!

Al suo target di riferimento, centrato dunque con la consueta professionalità, l’imbonitore un po’ invecchiato e “bollito”, ma sempre gran combattente, racconta la sua verità. Ossia fa promesse al vento, finalizzate al recupero di qualche punto percentuale, utile a meglio “riposizionarsi”, e a pesare, eccome, sullo scenario post elettorale.

Già autonominatosi “nuovo ministro dell’Economia e dello Sviluppo”, Berlusconi preannuncia l’arrivo della lettera vera, quella ufficiale e post elettorale, con cui ufficializzerà il rimborso del maltolto, e porrà freno all’oppressione fiscale, giudiziaria e burocratica. E poi ne ha per tutti, naturalmente, ma particolarmente divertente è quel “più dell’ottanta per cento dei suoi candidati (parla del Movimento 5 Stelle, ndr) ha già fatto politica, e proviene dai circoli dell’estrema sinistra, dei centri sociali e dei no Tav”. Dove i no Tav per assonanza sembrano tout court no global o pericolosi “autonomi” degli anni Settanta, e non il popolo delle valli piemontesi in lotta per difendere la propria terra.

Berlusconi racconta palle da sempre, e oggi lo fa in maniera tutto sommato più simpatica e innocua che in passato. Soprattutto sa benissimo che buona parte del suo vecchio elettorato domenica e lunedì voterà per Beppe Grillo, per cui prova ad usare tutte le cartucce che ancora ha per dissuaderlo. Pazienza se sono cartucce a salve: magari qualcuno, nella quantità, si spaventerà anche solo per il botto.

In sostanza: il Berlusconi del 2013 politicamente punta a ritagliarsi un suo spazio di trattativa (anche per scongiurare qualsiasi necessità di fuga alla Craxi: oltretutto Hammamet non è più di moda, e pare che a Malindi la situazione non sia proprio tranquillissima), e per la simpatia che ormai trasmette, secondo me, è oggi uno dei pochi showman in grado di rilanciare, con la propria presenza, una tv generalista in caduta libera.

Quanto alle previsioni di voto, quasi quasi vi propongo di fare i vostri pronostici: se provate a sommare le percentuali che circolano sui diversi candidati, schieramenti e partiti, arriverete tranquillamente al 130-140%. Qualcuno non la racconta giusta, e lunedì sera si ritroverà con il cerino acceso in mano. Ma chi sarà?

Categorie:In primo piano
  1. Graziella (gzl)
    22 febbraio 2013 alle 08:47

    Previsioni sul sentire in giro:

    1) alta % di astensione al voto (anche questa va calcolata)
    2) Grillo

    Oppure:

    1) Grillo ( che raccoglie il voto di chi non sarebbe andato)
    2) alta % astensione al voto

    Per gli altri boh! Sul sentire in giro solo insulti per tutti compresi i pensionati che a quanto pare non si fanno più raggirare facilmente.

  2. francop dell'alba
    22 febbraio 2013 alle 15:45

    25 % Bersy
    20% BepI
    20% Berly
    20% astenuti e nulle
    15% …polvere sono e polvere torneranno…

    hemm…si vince qualcosa?😀

  3. ettoregrassano
    22 febbraio 2013 alle 16:12

    20% di astenuti e nulle, già considerando un altro 25% di partenza che non va al voto, mi pare esagerato Franco. 1 su 5 secondo te domenica, con la neve e il freddo, va ai seggi per votare scheda bianca o annullare? No, dai….è impossibile. Se invece intendi che il 20% non va a votare, ci sta benissimo. Ma allora devi ripartire tutti gli altri di nuovo su base 100…

    E. G.

  4. Giancarlo
    22 febbraio 2013 alle 18:19

    Per quanto mi riguarda, mi sarà sufficiente vedere il tramonto inglorioso di un vecchio politicante, uno veramente FINIto, perchè per oltre due anni non ha fatto altro che prendere in giro i suoi militanti (pardon “tonti”), mentre il suo scopo era solo quello di rimanere incollato allo scranno più alto fino all’ultimo minuto.
    Per io resto, spero in un bel reset per un sistema totalmente in crash, proprio come quando il computer si inchioda.
    Senza ombra di dubbio le previsioni di Franco sono abbastanza coerenti, però BepI farà molto ma molto di più, perchè Mister B. con le sue promesse ha davvero esagerato, neanche più lui ci crede e poi la mitica frase “mai detto che…..” è ormai storia vecchia.

  5. blackbird
    22 febbraio 2013 alle 23:07

    pronostico, ho letto nella palla di vetro e mi è venuto questo. Vince Bersani alla Camera (e fino qui non c’è bisogno di grandi sforzi). Ma vince anche al Senato perché prende per pochi voti la Lombardia e la Sicilia, perchè quelli del centro destra delusi dal Cav stanno a casa e si astengono e quelli di estema sinistra e alcuni grillini non ce la fanno a far vincere Maroni. Grillo bene (15/18%) ma non benissimo, perché negli ultimi giorni è stato troppo a sinistra, troppo sessantottino, dando ragione paradossalmente al Cav.
    Monti non malissimissimo (10 / 12 %), si becca in extremis anche qualche voto di quelli di Fare e qualche rimasuglio di berlusconiani che non votano Grillo per l’ultima svolta a sinistra. Ingroia giudice di pace. Fini in esilio volontario a Montecarlo.
    Se ci azzecco, mi iscrivo alla P3.

  6. ettoregrassano
    23 febbraio 2013 alle 00:21

    Non si vince niente Franco, se non l’applauso degli amici del blog. Al più un caffè la prossima volta che ci becchiamo in giro. Interessanti le ipotesi di Blackbird: sulle modalità di iscrizione alla P3, attendiamo istruzioni dettagliate! Buon voto a tutti.

    E. G.

  7. mandrogno
    23 febbraio 2013 alle 07:08

    intanto godiamoci la sparizione del rutellone: la cuoca di palazzo deve avergli servito per errore pane e cicuta, al posto del solito pane e cicoria…

  8. Graziella (gzl)
    23 febbraio 2013 alle 07:33

    Rutelli è sparito (al momento) ma si sono visti poco Fini e Casini….l’aria che tira da tempo è poco salutare quindi meglio stare nel cantone, ma… giacchè Bersani è da mò che dice che sarà lui il vincitore forte del risultato alle pseudo-primarie, questi tre ritorneranno alla grande al suo fianco con incarichi prestigiosi e ben retribuiti ( alla D’Alema – Amato – Prodi – nell’ombra ma sempre in galleggio e con le manazze in pasta ) . Cicuta, arsenico, cianuro troppo deboli per eliminarli eppoi hanno l’antidoto a tutto.

  9. 15 giugno 2013 alle 00:11

    Dominion: Intrigue is a standalone expansion for the award-winning Dominion card game that shook the gaming world in 2008.
    All that energy is boxed in, amplified by the space.
    It sounds like you log into the game and join a “Shadow war” server and play with hundreds of other players within that PVP world,
    but that world is different from the cooperative Arkfall boss hunting world.

  10. 9 agosto 2013 alle 01:01

    s better to use whole foods made from scratch for good health.
    Vitamin B3 or also called as Niacin is important
    in weight loss because it is responsible for the regulation of thyroid hormones and also in sugar levels in
    the body. Do not be tempted to lose weight as quickly as you can, because a crash diet
    will have you eating less than a thousand calories a day slowing down your metabolism.

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: